PRO BOLLETTINO DI PASQUA E LETTERA DEL PARROCO

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Cari fedeli della parrocchia di santa Lucia

E cari abitanti del Comune di Massagno,

Vengo a voi con questa pubblicazione (MASSAGNO Pro BOLLETTINO PASQUA 2020) che anticipa alcuni messaggi informativi importanti e urgenti, non potendo redigere un bollettino ordinario. Infatti la situazione di blocco delle attività regolari, impedisce la programmazione delle attività.

L’incertezza nella quale viviamo, la parziale reclusione, soprattutto la mancanza dei sacramenti a motivo delle regole di prevenzione del contagio, possono far sorgere la domanda: “Ma Dio è in mezzo a noi sì o no?”  (Es 17,7) La Sacra Scrittura ci insegna che Dio non abbandona il suo popolo. Ma a volte lascia che le prove lo tocchino, affinché si converta, faccia penitenza e torni a Lui con cuore più fedele e generoso. Il superiore generale dei Cistercensi, padre Mauro Giuseppe Lepori, ha scritto ai suoi confratelli, a proposito di questo blocco del mondo, citando l’appello del Signore: “Fermatevi! Sappiate che io sono Dio!” (Sal 45,11). La prima conversione dunque è fermarsi e  tornare in noi stessi. Il Vescovo (v. pp. 6 e 7) ci invita a riflettere sul nostro modo di ricevere i sacramenti e di vivere la fede, per fare un salto di qualità nella nostra vita cristiana personale, familiare e comunitaria. Il Signore è sempre in mezzo a noi. Il riconoscimento della sua vicinanza però dipende dalla nostra fede e dall’orientamento della nostra speranza. La nostra fede e la speranza possono essere orientate a Cristo, anche quando sembra dormire, ci dice papa Francesco (v. pp 4 e 5). La Pasqua ormai vicina ci presenta il Figlio di Dio che prende su di sé tutto il dolore del mondo, per trasformarlo nell’atto di amore che salva il mondo stesso. Pensiamo con riconoscenza a quanti stanno lavorando indefessamente a livello sanitario per curare i malati, pur mettendo a rischio la propria salute. Pensiamo anche a quanti lavorano per organizzare la società, il lavoro, l’economia. Per tutti chiediamo sapienza, prudenza, fortezza da Colui che è fonte di ogni dono. Anche a livello di volontariato tanta generosità si è messa in moto. Il Signore ne terrà conto (Mt 25,40). Pensiamo anche alle famiglie, chiamate a riorganizzare la loro vita e i loro rapporti. Pensiamo a chi vive nella solitudine e a chi ha vissuto lutti e percepisce il vuoto e la tristezza di non aver potuto accompagnare i propri cari. Di fronte alla nostra debolezza, di persone e di società, siamo chiamati a ritornare a Colui che disse ai discepoli: “Senza di me non potete fare nulla.” (Gv 15,5). In Lui possiamo tutto (Fil 4,13),  perché dopo essere risorto ci ha donato il suo Spirito che ci stringe in comunione di vita con Lui e tra di noi, al di là di ogni distanza e di ogni barriera. Che il suo Spirito comunichi a tutti la gioia Pasquale della vittoria di Cristo sulla morte e su ogni male.

                                                                                                                      Vostro don Paolo

Vi invito a scaricare e leggere la versione integrale del BOLLETTINO (MASSAGNO Pro BOLLETTINO PASQUA 2020) .

 

3 aprile 2020, parrocchiamassagno